Dopo la notevole attenzione della scorsa campagna elettorale comunale (maggio 2017), i dibattiti relativi a questa figura si sono molto ridotti, ed è un peccato. Qualcuno confonde l'Infermiere di Famiglia con la valida e attiva assistenza domiciliare in atto nella nostra città, svolta con la regia di ASL 5, che nessuno mette in discussione (...anzi! Meno male che c'è...); altri pensano che ci sia un tentativo di sostituire i MMG (medici di medicina generale) con questi professionisti. Niente di tutto questo. Dove funziona l'Infermiere di famiglia la presa in carico del malato fragile dura nel tempo e va oltre le urgenze post acuzie, o le dimissioni; o i periodi "sollievo"; la presenza costante di questi Infermieri (che possono essere anche libero professionisti in convenzione, e che certamente sarebbe una soluzione attuabile con velocità) eviterebbe come già avvenuto altrove ricoveri impropri, che hanno spesso costi importanti proprio perchè quando questi pazienti fragili si ricoverano scattano lunghe, inevitabili indagini diagnostiche... chi può far qualcosa, agisca...